Sospeso

CorsuoGuideTuristiche banner

 

Corso di preparazione per l'esame di abilitazione per guida turistica - 2015

ANCORA POSTI DISPONIBILI 

 

In seguito alle molteplici richieste ricevute, il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, in previsione dell’esame di abilitazione alla professione di Guida Turistica, organizza la II edizione del corso di preparazione della durata complessiva di 100 ore inerenti ai moduli oggetto della prova d’esame. Sarà possibile iscriversi al corso entro il 23 agosto.

 
Invito guardatecinegliocchi
  

Mostra

GUARDATECI NEGLI OCCHI

a cura di Monica Modica e Olga Nassis

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

 

Immagini di

Andrea Amendolia, Domenico Aronica,

Francesco Bellina, Giuseppe Cannistrà,

Giuseppe Cuttitta, Giacomo D'Aguanno,

Dario De Blasi, Francesco Faraci,

Anna Fici, Rosanna Foti, Rosellina Garbo,

Melo Minnella, Renato Pantaleo,

Migueel Photos, Fabio Savagnone

*** 

 
Inaugurazione venerdì 26 giugno 2015 ore 18,30

 

 

 La mostra fotografica Guardateci negli occhi non è una mostra concepita come altre, né oggettivazione della realtà né esperienza estetica, piuttosto un flash mob iconico che riprenderà vita ogni volta che incrocerete lo sguardo di una donna. Non è una mostra al femminile, perché siete voi osservatori il soggetto, donne e uomini di tutte le età. In mostra con loro tutti voi, nelle strade, a lavoro, all’interno delle vostre case, la capacità di ciascuno d’essere un valore aggiunto, pur nella diversità, con il fine comune d’essere artefici di un’azione costruttiva per tutti, di liberarci dalla contaminazione ambientale di una cultura passiva e parassitaria.

TADEUSZ KANTOR

 Il senso della vita e della morte

5 giugno - 5 luglio 2015

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
______________

APERTURA SERALE DELLA MOSTRA

Giovedì 2 luglio_ore 21.15
Con Kantor

«[...] un altro lavoro che mi colpì moltissimo, al Biondo di Palermo, fu La macchina dell’amore e della morte di Kantor, l’unico suo lavoro che riuscii a vedere. Di Kantor ricordo la macchina scenica che girava e [...] E poi mi ricordo lui, Kantor, di spalle. [...] Era sempre di spalle: mi dava le spalle. Questa cosa mi inquietò e me la ricordo sempre perché le spalle di Kantor per me sono il teatro». (Emma Dante)

 

Alla fine degli anni Ottanta, Emma Dante si avvicina al teatro d'avanguardia, trovando in Tadeusz Kantor un maestro virtuale e una guida nel suo percorso di ricerca teatrale. Le spalle di Kantor sulla scena diventano agli occhi della futura regista l’emblema del rifiuto di un teatro istituzionale e della tradizione, ed esprimono la necessità di una sperimentazione che porterà Emma Dante a smascherare i meccanismi nascosti del teatro.  

 


Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
12
13
14
15
16
17
18
19
26

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.