Carlotto sotto mentite spoglie

SICILIAN PUPPETS SERIES

Rassegna teatrale di Opera dei pupi siciliani

5 febbraio > 31 ottobre 2021

Acireale (CT), Alcamo (TP), Messina, Palermo, Sortino (SR)

_________________________

Domenica 13 giugno_18.00
 
Spettacolo
Carlotto sotto mentite spoglie
Compagnia Franco Cuticchio figlio d’arte
 
Palermo, Teatro dei pupi Kemonia
Via dei Benedettini, 9

 

 

Dopo la morte del padre, l'imperatore di Roma e re di Francia Pipino il Breve, Carlo Magno fugge da Parigi e, nascondendo la sua vera identità, finge di chiamarsi Mainetto e di essere figlio di un mercante di Barcellona. Trova rifugio in terra spagnola dove diventa trinciante di tavola alla corte del re, Galafro di Saragozza. Deciso a dare in sposa la figlia, la bella principessa Galerana, Galafro bandisce un grande torneo che vedrà valorosi cavalieri sfidarsi in onore della principessa. Ma Galerana, innamorata di Mainetto, non intende sottostare alla volontà del padre e, in gran segreto, convoca il giovane a cui racconta del torneo e confessa i suoi sentimenti. Mainetto è stupito ed allo stesso tempo fiero di scoprire che la principessa prova per lui il suo stesso sentimento e decide di partecipare alla giostra con la sfavillante armatura che gli dona Galerana.
I giochi hanno inizio e tutti i partecipanti si sfidano a vicenda. Mainetto, non volendo svelare la sua identità, si presenta come un cavaliere errante in cerca di avventure e, dopo aver dato prova del suo valore, viene dichiarato dal re vincitore del torneo. Convocato al castello, Mainetto però non si presenta. Prima che Galafro possa prendere altre decisioni sul destino di sua figlia, la principessa lo convince però a prendersi del tempo per riflettere.

Frattanto, durante il rientro a casa, due dei cavalieri che avevano preso parte al torneo si imbattono nell'imperatore Bramante. Offeso per non essere stato invitato al torneo, egli decide di mettere sotto assedio le terre di Galafro così da costringerlo a concedergli la mano della principessa, per salvare il regno. I reali di Spagna però non si arrendono e sfidano a duello il capitan generale di Bramante, il cavaliere Pulinoro, che fa prigionieri tutti i cavalieri spagnoli e lo stesso re Galafro. Galerana convince allora Mainetto a difendere la loro causa e il proteggere il regno dalla disfatta. 

Compagnia Franco Cuticchio figlio d'arte. Franco Cuticchio (Termini Imerese, 1964) appartiene ad una storica famiglia di pupari. Franco è attivo sul palcoscenico fin dall’età di cinque anni, quando intraprende il suo lungo apprendistato come vuole la tradizione: dando la voce ad un angioletto. A otto anni ottiene il ruolo di secondo oprante e inizia a seguire assiduamente il padre Girolamo (1933), suo maestro, in tutti i suoi spettacoli. Alla fine del 2019 Franco riapre le porte del teatro di famiglia, acquistato da Girolamo negli anni Ottanta del Novecento e chiuso dopo oltre dieci anni di attività. Oggi collaborano con lui i suoi due figli, Girolamo ed Helenia, e il padre Girolamo in qualità di presidente onorario dell’Associazione. Franco si dedica inoltre alla realizzazione delle strutture e delle macchine sceniche, alla scultura e all’intaglio del legno e alla costruzione delle armature dei pupi. Girolamo si occupa della pittura degli scenari e della realizzazione di nuovi copioni, di cui Franco cura la regia. Helenia realizza secondo le antiche tecniche gli abiti e gli arredamenti di scena. Le mogli di Franco e Girolamo, Francesca Basile e Lavinia Polizzotto, si occupano della programmazione e organizzazione di spettacoli. Ogni membro della famiglia si impegna nella recitazione e nella manovra.

 

___________

TUTTI GLI SPETTACOLI SARANNO VISIBILI IN DIRETTA STREAMING su FB

Per accedere alla diretta clicca su: https://www.facebook.com/associazioneculturalefrancocuticchiofigliodarte/

 

____________

 

 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

XLV Festival di Morgana

500 morgana-01

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.