a-00-libro-copertina-museo-finale-accascina

XLVFestival di Morgana

Magici oggetti
Palermo, 4 > 13 dicembre 2020
Acireale, Alcamo, Messina, Palermo, Siracusa, Sortino, Terrasini
______________________________________
Sabato 12 dicembre ore 18.00
 
Presentazione del volume
Automi
di Guido Accascina
Palermo, Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
Piazzetta Antonio Pasqualino, 5
 
 
 

sfera prenota

 

 

 

 

 

 

 

Prefazione di Eugenio Lo Sardo

 

Gli automi sono tra i pochi manufatti costruiti dall'uomo capaci di unire in un solo oggetto il talento artistico, l'inventiva dell'ingegno e un movimento programmabile, prevedibile e controllabile.

Automi è il primo libro completo su questo argomento edito in Italia e ripercorre la storia di queste invenzioni e dei loro autori, dall’Egitto dei Tolomei ai nostri giorni, con una descrizione dettagliata di vari progetti. Agli automi sono state affidate, nel corso del tempo, funzioni diverse:  così, oltre che per intrattenere un pubblico, gli automi sono stati usati per fare,  come si direbbe oggi, ricerca e sviluppo in ambito naturalistico, per misurare il tempo in modo condiviso, per sperimentare la meccanica e la pneumatica, per personificare gli dei, per fare musica, per mescere bevande, per predire gli spostamenti degli astri, per mettere in movimento scene teatrali, attori e a volte  il teatro stesso, per imitare il verso degli animali, per dar vita ai simboli del  potere laico e religioso, per spaventare e intimorire un pubblico, per consolare  un re intristito o per regalargli dei fiori, per rallegrare un giardino o una tavola  principesca, per servire il tè, per offrire un dono pregiato ad un sultano, per  studiare strumenti e protesi ortopediche, per contribuire ad affermare l'idea di  scienza, per sperimentare la programmazione e il controllo delle macchine, per  costruire gioielli meccanici, per fare arte, per insegnare letteratura e meccanica  e in ultimo, ma non per importanza, per ironizzare, fantasticare e giocare.

Questo volume contiene nuove interpretazioni grafiche e traduzioni di opere (di) e studi (su) Erone, Filone, Archimede, al-Muradi e al-Jazari e mette in luce un’innovazione tecnologica contenuta nei teatri di Erone, primo esempio di un meccanismo che contiene sia la capacità di eseguire che di programmare  liberamente i tempi di una sequenza 0/1. 

Una intera sezione del libro è dedicata al Modern Automata Museum,  alle sue collezioni e ai corsi di costruzione per ragazzi e adulti. 

 

In occasione dell’incontro, Guido Accascina presenterà un Teatrino Meccanico creato a ottobre 2020 e ispirato ai Balli Plastici di Fortunato Depero, scenografia di Depero e Gilbert Clavel, andati in scena per la prima volta al Teatro dei Piccoli di Roma il 15 aprile 1918. Ad animare le marionette furono i burattinai di Luigi Gorno Dall'Acqua.  

 

 

Guido Accascina. È il curatore del Modern Automata Museum. Vive e lavora in  Sabina. 

 

Eugenio Lo Sardo. Si è occupato di automi antichi per le mostre Il Museo del  Mondo (palazzo Venezia, Roma, 2001) ed Eureka, il genio degli antichi (MANN, Napoli, 2005/2006). Con Gianni Dessì ha pubblicato il volume Automata (De Luca editori d’arte, Roma, 2003). Scrive e lavora a Roma. 

  
 
 
 

______________

INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI

POSTI DISPONIBILI: Palermo, Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino: 30
 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA tramite il seguente link: www.festivaldimorgana.it

Nel rispetto delle norme antiCovid è richiesta la prenotazione per ogni evento fino a esaurimento dei posti disponibili in ogni luogo a garanzia del distanziamento sociale.

TUTTI GLI SPETTACOLI SARANNO IN DIRETTA STREAMING su FB

Per accedere alla diretta clicca su: https://www.facebook.com/museoantonio.pasqualino/

Ogni diretta sarà inoltre visibile sui siti istituzionali:

 

Info: 091.328060

 
Reti:
ItaliaFestival
 
 
 

 

 

 

Programma & Sinossi

Grifondoro manifesto sinossi

 

  

Calendario eventi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.