• The Antonio Pasqualino International Puppet Museum was founded by the Association for the...

  • The Antonio Pasqualino International Puppet Museum was founded in 1975 by the Association for the...

  • The Antonio Pasqualino International Puppet Museum is currently located inside the Hotel de France, a building which is particularly interesting form both an architectural and a historical point of view. It is city centre of Palermo, near the monumental Piazza Marina.Originally – in the XVIII century – the Hotel de France was the palace of the Marquis Onofrio del Castillo. It is in 1808 that it...

WhatsApp Image 2023-09-09 at 15.18.16

Venerdì 15 settembre_ore 20.30
Spettacolo di Opera dei pupi catanese
Come Orlando acquistò le armi
Compagnia Marionettistica Fratelli Napoli
Copione elaborato da Alessandro e Fiorenzo Napoli
sulla base delle serate tradizionali dell’Opira catanese

***

Chiostro di Palazzo San Domenico 
Piazza Principe di Napoli - Modica

 

 

Venerdì 15 Settembre alle ore 20.30 presso il chiostro di Palazzo San Domenico a Modica, andrà in scena Come Orlando acquistò le armi, spettacolo di Opera dei Pupi di scuola catanese a cura de La Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania.
Tutti gli spettatori che assisteranno allo spettacolo potranno accedere con un biglietto ridotto alla mostra Donne, eroine e dame all' Opera dei pupi. I cento anni della Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania, a cura di Alessandro Napoli.
  

Per il pubblico tradizionale dell’opera dei pupi alcuni degli episodi più attesi delle puntate cicliche serali erano quelli in cui gli eroi più amati prendevano le armi, cioè indossavano per la prima volta la loro pregiata armatura dopo aver superato prove importanti o simbolici riti d’iniziazione. In questa serata si vedrà come acquisti le armi Orlando, eroe protagonista della Storia dei Paladini di Francia, che nei teatri di quartiere incarnava un modello nobilissimo di lealtà ed eroismo cavalleresco.
I saraceni di Almonte d’Asia hanno invaso la Calabria e col tradimento si sono impadroniti della città di Risa, cioè – secondo la toponomastica carolingia - Reggio Calabria. Per contrastarne l’avanzata, Carlo Magno scende in Italia: gli eserciti cristiani sono guidati da Milone d’Anglante, padre di Orlando; Amone d’Ardenna, padre di Rinaldo; Ottone d’Inghilterra, padre di Astolfo. Mentre il valorosissimo Milone costringe Almonte ad attestarsi sulle montagne d’Aspromonte, Orlando e Astolfo, seppur giovinetti, scalpitano per indossare le armi e compiere grandi imprese al pari dei loro genitori.
Orlando, dopo esser fuggito insieme ad Astolfo dal collegio d’arme grazie alle astuzie di Peppininu, giungerà in Aspromonte… ma non riuscirà a riabbracciare il padre Milone, perché questi è stato ucciso a tradimento da Almonte. Ma Orlando arriverà in tempo almeno per salvare la vita allo zio Carlo Magno e ucciderà proprio l’antieroe Almonte d’Asia. Indossate le pregiate armi del sara-ceno, Orlando sarà investito cavaliere e conte dallo zio Carlo: per volere dell’Onnipotente, da ora in poi si compirà il destino del paladino, difensore della fede cristiana e cavalier di Dio.
Queste vicende risalgono a un’antica chanson de geste francese, La Chanson d’Aspremont. Attraverso molti cantàri italiani, i romanzi in prosa di Andrea da Barberino e il poema in ottave Le prime imprese di Orlando di Ludovico Dolce, confluirono nel romanzo a dispense di Giusto Lodico e da lì nella messinscena dei pupari catanesi. Essi adattarono questi materiali narrativi dando grande spessore drammaturgico ai personaggi di Milone e Almonte e inserendo nell’intreccio la maschera catanese di Peppininu.

 


Compagnia Marionettistica Fratelli Napoli. Rappresenta l'antica tradizione dell'opera dei pupi catanese. Don Gaetano Napoli fondò la compagnia nel 1921, affidandola successivamente ai tre figli Pippo, Rosario e Natale. I Napoli, oltre a proporre spettacoli con recita a soggetto, rappresentano testi basati sulla tradizione degli antichi canovacci nei quali una moderna drammaturgia dell'opera dei pupi riesce a tener conto delle regole tradizionali di messinscena. Sulla base di codici tramandati da padre in figlio, il sentimento si fa gesto, comunicazione, arte. Le scene, le armature, i costumi, i suoni e quella "improvvisazione" quale essenziale momento artistico contribuiscono ulteriormente alla creazione del rapporto pubblico - attore e della particolare "magia" teatrale, che sono caratteristiche fondamentali dell'opera dei pupi.

 

 

Per info:

 

+39 3470954526
fratellinapoli@hotmail.com

 

+39 3341999072
info@sikarte.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Event Calendar

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
16
21
23
25
27
30

On line tickets

Tarfter horizontal

webapp button

scopri

WEB-BANNER bianco 2

 

The Museum on Socials

facebooktwitterinstagramYoutube-logo-square

adottapupo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.