Presentazione 20 maggio  Pietro Clemente 

Webinar
Seminario permanente
Etnografie del contemporaneo
I musei della "restanza"
Il museo come strumento di partecipazione,
conoscenza, salvaguardia e promozione dei territori
Palermo 29 aprile > 28 ottobre 2021_ore17
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

***

Giovedi' 20 maggio_ore 17

Pietro Clemente

I musei, tra nuove missioni e vecchie immagini

 

 

Negli anni 2000 la rete dei musei del mondo contadino, che sono stati la colonna vertebrale della museografia demoetnoantropologica italiana hanno conosciuto una forte marginalizzazione, legata a problemi di finanziamenti, di professionalità mancanti, ma soprattutto di perdita di valore collettivo della loro missione, legata alla memoria della società contadina. A questa crisi, legata anche a una nuova generazione di amministratori, questi musei hanno dato qualche risposta innovativa, spostando il loro baricentro dalla  funzione conoscitiva primaria, a funzioni operative, di trasmissione di saperi, che da un lato li allontanano dal mondo delle professionalità museali ma rilanciano  dall'altro missioni legate al futuro  delle zone interne e fragili in cui per lo più sono nati e  possono diventare anche una risorsa sociale e un fattore di resistenza e sviluppo .

 

Pietro Clemente Professore di Antropologia Culturale presso l’Università di Firenze in pensione, già docente nelle Università di Siena e di Roma, è Presidente onorario della Società Italiana per la  Museografia e i Beni Demo-Etno Antropologici (SIMBDEA); presiede il consiglio scientifico della Fondazione Museo Guatelli, è membro della giuria del Premio Silvia dell’Orso, membro della redazione della rivista Lares e della rivista Antropologia Museale, è autore di saggi su tematiche  della cultura popolare, dei musei, della storia dell’antropologia. Ha ricevuto il Premio Cocchiara per gli studi demoetnoantropoloigi per il 2018. Tra gli scritti recenti: Pietro Clemente, Le parole degli  altri. Gli antropologi e le storie della vita, Pisa, Pacini, 2013. E’ Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età Contemporanea ISRSEC “Vittorio Meoni”.

 

 ______________ 

 

 

 

 

 

 

 

 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI 

 

 

GIOVEDI' 27 MAGGIO
Vincenzo Padiglione
Il museo che immagino

 
GIOVEDI' 3 GIUGNO
Tavola rotonda a partire dal volume:
Musei e antropologia. Storia, esperienze, prospettive di Vito Lattanzi.
Ndiscutono con l’autore: A. Compagna, S. Ferracuti, D. Jalla,
F. Mirizzi, V. Padiglione, M. Turci.
Coordina Rosario Perricone
 
 
GIOVEDI' 10 GIUGNO
Mario Turci
Contenere l'incontenibile.
Narratività e documentalità nel Museo Ettore Guatelli
 
 
GIOVEDI' 17 GIUGNO
Ferdinando Mirizzi
Il Museo della Cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese (Pz).
La rappresentazione di una diversità linguistica e culturale
in un'area interna del Mezzogiorno d'Italia
 
 

GIOVEDI' 24 GIUGNO
Lia Giancristofaro
Il museo della “festa dei Serpari” di Cocullo (AQ):
una "restanza" patrimoniale e collaborativa

GIOVEDI' 1 LUGLIO
Giovanni Kezich e Antonella Mott
Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina:
un esempio di museo contemporaneo "nel" e "con" il territorio

 
GIOVEDI' 7 OTTOBRE
Tavola rotonda a partire dal volume:
Musei e patrimonio culturale immateriale.
Verso un terzo spazio nel settore del patrimonio
Ne discutono: E. Bellato, V. Lapiccirella Zingari, C. Rosati,
E. Rossi, V. Santoro.
Coordina Rosario Perricone
 
 

GIOVEDI' 14 OTTOBRE
Alessandra Broccolini e Claudio Gnessi
Heritage frictions: partecipazione e cittadinanza attraverso
l’ecomuseo Casilino della periferia di Roma

GIOVEDI' 21 OTTOBRE
Grégoire Mayor
Il Museo di etnografia di Neuchâtel:
un esempio di museo contemporaneo in Svizzera

GIOVEDI' 28 OTTOBRE
Vincent Giovannoni
Il MUCEM di Marsiglia:
un esempio di museo contemporaneo in Francia

 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

XLV Festival di Morgana

500 morgana-01

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.