Ciclo di Seminari Etnografie del contemporaneo stringa

Webinar
Seminario permanente
Etnografie del contemporaneo
Donne, corpi, territori

***
Palermo, 9 aprile/ 28  maggio 2021_ore 17     
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

***

Venerdì 21 Maggio _ore 17
Maggio Rachele Borghi
Esercizi di decolonialità di una femminista bianca
 
 
 
 
La decolonialità è una critica al sistema-mondo attuale, alla colonialità che ha prodotto saperi, poteri e esistenze, una critica avanzata e sviluppata da intellettuali del Sud globale, attivi dentro e fuori i movimenti sociali. La decolonialità è anche una proposta. Proposta di piste per uscire dalla colonialità, per non continuare a riprodurre un mondo coloniale. E in questo non può che chiamare in causa chi fa parte del sistema dominante e ne gode i privilegi. Perché la proposta decoloniale rivolta a te che fai parte della maggioranza dominante bianca e occidentale comincia dal ricordarti di prendere coscienza di chi sei e di dove ti collochi in questo sistema. Ci vuole una presa di responsabilità che parta dalla coscientizzazione, per arrivare alla sperimentazione di pratiche femministe che tentino di rispondere alle proposte del pensiero decoloniale a partire da un posizionamento femminista bianco. Non basta costruire ponti tra mondo accademico e mondo militante ma è necessario imparare da Gloria Anzaldúa e Cherrie Moraga (1981): accettare di fare della propria schiena un ponte. Partendo da queste premesse, nel mio intervento cercherò di condividere tentativi e piste. Di tentativi, risultato dell'aver incassato la critica decoloniale prima e aver tentato di rispondere alle sue proposte dopo. Di piste, quelle che non sono strade tracciate e neanche sentieri, quelle che vedi che ci sono e allora provi a percorrerle ma non sai bene dove ti portino. Scrive Ramón Grosfoguel (2016): "Conoscenza coloniale e potere coloniale sono legati. Accettare la critica decoloniale implica una rimessa in questione radicale che gli intellettuali francesi non hanno nessuna voglia di fare [...]". Cosa significa provare a farlo, accogliere questa proposta come persona e come ricercatrice femminista? Significa provare a impegnarsi a diversi livelli, dalla sfera individuale a quella collettiva delle reti di persone e dei movimenti, a interrogarsi sui margini di manovra, sulle pratiche individuali, su quelle collettive, sulle micro-politiche, sui macro-sistemi, significa combattere il senso di vertigine che viene quando pensi a te stessoa nel sistema-mondo, quando capisci che le ingiustizie sono troppo grandi per essere eliminate, che il mondo in cui viviamo non è il migliore dei mondi possibili e che non lo sarà mai e che probabilmente questi altri mondi possibilmente migliori non sostituiranno mai il mondo dominante. Cosa fare? Paralisi e frustrazione. Oppure... In questo incontro esploreremo il terreno dell'oppure.
 
 
Rachele Borghi è una geografa transfemminista e attivista Queer, docente e ricercatrice in Geografia Sociale e Culturale e maître de conférence alla Sorbona, Parigi 4. Ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'Università Ca' Foscari di Venezia sulle dinamiche postcoloniali nella pianificazione delle città contemporanee, con riferimento al Marocco. Attualmente si occupa del rapporto fra spazio, genere e sessualità da un prospettiva intersezionale. Basa il proprio lavoro sull'epistemologia femminista, sul concetto di performance, sulla sua spazializzazione e sulle pratiche di dissidenza sessuale (con particolare attenzione al movimento post-porno). È autrice di numerose pubblicazioni: Nel 2009, ha curato insieme ad Antonella Rondinone uno dei testi di riferimento per la geografia di genere in Italia: Geografie di genere; e nel 2020 è uscito il suo ultimo libro: Decolonialità e privilegio: Pratiche femministe e critica al sistema-mondo (2020).

 

______________

Info: 091.328060
 
 
 
 
 
 
ULTIMO APPUNTAMENTO 
 
Venerdì 28 Maggio _ore 17
Elvira Vannini e Eliana Como
Il femminismo nell'arte contemporanea:
immaginari contro-egemonici al tempo del capitalismo patriarcale

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

XLV Festival di Morgana

500 morgana-01

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.