Carlo Magno-min

SICILIAN PUPPETS SERIES

Rassegna teatrale di Opera dei pupi siciliani

5 febbraio > 31 ottobre 2021

Acireale (CT), Alcamo (TP), Messina, Palermo, Sortino (SR)

_________________________

Sabato 17 aprile_21.00
 
Spettacolo
Morte di Bradamante e Polinoro

Compagnia Famiglia Mancuso

Palermo, Teatro Carlo Magno 
Via Collegio di Santa Maria, 17

 

 

Carlo, futuro re di Francia, vince nella giostra per avere la mano di Galerana, figlia del re di Spagna, a cui ha partecipato con il falso nome di Mainetto. Appena conclusa, Mainetto fugge, deciso però a rivelare la sua vera identità. Frattanto, Bramante, indignato con il re Galafro per non esser stato invitato alla giostra e adirato per esser stato rifiutato dalla bella Galerana, promette vendetta. Polinoro, con l’aiuto della spada Durlindana, riesce a fare prigionieri Bulugante, Marsilio, Falserone, Ulieno di Salza, Morando, il re Galafro e il maestro di scherma di Carlo, Morando. Carlo, timoroso per l'esito della battaglia e temendo di perdere l'amata Galerana, indossa allora l'armatura e affronta Polinoro, uccidendolo e impossessandosi della Durlindana. Informato da Morando sul punto vulnerabile di Bramante, affronta infine anche lui e lo uccide.

 

Compagnia Famiglia Mancuso. La compagnia è nata su iniziativa di Enzo Mancuso, ultimo discendente dell’omonima famiglia di pupari che diede inizio alla propria attività a Palermo nel 1928, quando il cavaliere Antonino Mancuso, aprì il suo primo teatro dell'Opera dei pupi. Maestri del cavaliere Antonino furono il puparo Giovanni Pernice e il figlio Nino, che avevano un teatro nel quartiere del Borgo Vecchio, dove egli iniziò a fare l’aiutante all’età di dieci anni. Dopo il servizio militare e il successivo matrimonio, il cavaliere acquistò un mestiere completo e da allora si esibì non soltanto a Palermo, ma anche in vari paesi della provincia. A metà del secolo scorso, negli anni della crisi dell’Opera dei pupi, Antonino allestì un teatro itinerante sopra un camion per rappresentare gli spettacoli nei quartieri cittadini e nei paesi. Creò anche un armadio-teatro dove animava dei pupi più piccoli per esibirsi nelle case private. Le sedi più importanti dell’Opera dei pupi di Antonino Mancuso furono nel quartiere palermitano del Borgo Vecchio. Mancuso apportò alcune innovazioni alle armature, con elmi “alla greca” e “alla romana”. Alla realizzazione degli spettacoli partecipavano i figli Nino (papà di Enzo), Pino e Stefano.
Enzo è nato a Palermo nel 1974 ed è l'anima dell'attuale compagnia. Non si è fermato all'apprendimento delle tecniche della costruzione e della manovra, ma ha approfondito lo studio di antichi canovacci e perfezionato la tecnica recitativa grazie alla collaborazione con il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino che gli ha permesso di ampliare il repertorio attraverso la programmazione di cicli di spettacoli annuali ai quali partecipava attivamente il padre Nino fino agli ultimi anni della sua vita. Nel 2003 apre il suo teatro nello storico quartiere del Borgo Vecchio dove effettua spettacoli regolari per tutto l’anno. Oltre ad essere un abilissimo costruttore di pupi e oprante, Enzo ha rivelato nel tempo una particolare capacità nell’arte del cunto.

 

____________

TUTTI GLI SPETTACOLI SARANNO VISIBILI IN DIRETTA STREAMING su FB

Per accedere alla diretta clicca su:https://it-it.facebook.com/teatrocarlomagno

 

____________

 

 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

XLV Festival di Morgana

500 morgana-01

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.