IMG 20181214 175337 546-min

NATALE AL MUSEO

***

21, 22, 23 dicembre ore 17.00

Che profumio!

di e con Giovanni Lo Monaco

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

 

 

Le storie, scritte da Giovanni Lo Monaco e ispirate ad autori contemporanei, nazionali e internazionali, della letteratura per i più piccoli, rappresentano un viaggio attraverso i temi fondamentali dell'infanzia: gli stereotipi di genere, il rapporto col cibo, il primo giorno di scuola, il rapporto con i genitori, le diversità.

 

LE STORIE


ETTORE, L'UOMO STRAORDINARIAMENTE FORTE
di Magalì Le Huche

Ettore lavora nel circo 'Extraordinaire'.
Sappiamo che il circo può essere un luogo magico ma il mondo descritto di Magalì Le Huche supera la leggenda, un luogo dove tutto è extraordinaire, soprattutto Ettore, un uomo tanto forte e virile quanto gentile, aggraziato e nonviolento. Tinte rosa, porpora e giallo limone per una storia che spazza via in un colpo di uncinetto gli stereotipi machisti.

 

COME? COSA?
di Fabian Negrin

Si può disegnare qualcosa di invisibile come il vento? Fabian Negrin accetta la sfida e fa decollare, volare, turbinare, frullare, mulinare, vorticare gli oggetti e le frasi sul mare e nell'aria.

 

L' ALBERO DEI GENITORI
di Giovanni Lo Monaco
L'infanzia è davvero questo mondo puro e innocente che ci hanno sempre raccontato?
I bambini sono così innocenti come noi spesso crediamo?
Una storia triste, come una fiaba nera di Andersen, ma che fa riflettere, che fa riflettere parecchio.
 
 
IL BRUCO GOLOSONE
di Giovanni Lo Monaco
Una brevissima storia in rima per raccontare l'importanza di nutrirsi bene, di non esagerare mai col cibo, soprattutto con le ghiottonerie, quelle di cui i bambini vanno matti.

 

 

CHE PROFUMIO!
di Giovanni Lo Monaco
Il primo giorno di scuola è sempre un'esperienza importante. A volte può essere bella, altre meno. In questa storia, Giovanni Lo Monaco inventa un interessante espediente per rendere questo giorno sempre speciale per ogni bambino, anche quello più riluttante.

 

 

 

GIOVANNI LO MONACO Maestro di scuola elementare, psicologo clinico dello sviluppo, nonché drammaturgo e regista teatrale. Ha debuttato in teatro dapprima come attore, lavorando con Roberto Guicciardini, Luca Ronconi e altri grandi maestri del teatro italiano, e in seguito si è dedicato al lavoro di regia e di scrittura drammaturgica. È stato uno dei fondatori del Sicilia Queer filmfest di Palermo. Nel 2015 ha ideato il Festival Teatro Bastardo, di cui è il direttore artistico. Il suo primo spettacolo da drammaturgo e regista è stato "You know" (2012), a cui sono seguiti "A fondo" (2015) e "O come buco" (2017) prodotto dal Teatro Biondo di Palermo. Sempre nel 2017 ha curato la regia di "Fiabe siciliane", rilettura e adattamento dei testi raccolti dall'etnoantropologo palermitano Giuseppe Pitrè. Nel 2018 è andato in scena "Kelly Cetriolina", di cui ha firmato testo e regia, prodotto in collaborazione dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino e da Teatro Bastardo. È direttore artistico del laboratorio permanente di teatro per Ragazzi "Teatrino Bastardo".

 

_______________

Info 091.328060

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PROGRAMMA COMPLETO: Natale al Museo 

 

 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
4
5
6
7
8
9
10
15
22
29
30

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.