• The Antonio Pasqualino International Puppet Museum was founded by the Association for the...

  • The Antonio Pasqualino International Puppet Museum was founded in 1975 by the Association for the...

  • The Antonio Pasqualino International Puppet Museum is currently located inside the Hotel de France, a building which is particularly interesting form both an architectural and a historical point of view. It is city centre of Palermo, near the monumental Piazza Marina.Originally – in the XVIII century – the Hotel de France was the palace of the Marquis Onofrio del Castillo. It is in 1808 that it...

 

 

locandina.27.giugno.1 1

GIOVEDI' 27 GIUGNO_ORE 21

Presentazione del libro 

Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane

di Rosario Perricone (Sellerio)

Terrazza Alhambra - Piazza Mokarta 

Mazara del Vallo 

 

Giovedì 27 giugno alle ore 21 presso la Terrazza Alhambra - Piazza Mokarta (Mazara del Vallo) avrà luogo la presentazione del libro Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane di Rosario Perricone (Sellerio). Dialoga con l'autore Antonino Cusumano (Istituto Euroarabo). Al termine, commenti e brindisi sulla terrazza con i vini degli sponsor. 

 

 

 oralit dellimmagine  copertinaserateperbene

 

SABATO 29 GIUGNO _ORE 18

Presentazione del libro 

Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane

di Rosario Perricone (Sellerio)

Sala Conferenze - Palazzo Beneventano

Via San Francesco d'Assisi, 4 - Lentini

 

 

Sabato 29 giugno alle ore 18 presso la Sala conferenze di Palazzo Beneventano (Lentini) avrà luogo la presentazione del libro Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane di Rosario Perricone (Sellerio). L'evento rientra nell'ambito della rassegna di eventi culturali "Serate per bene" promossa dal team del progetto "Badia Lost and Found" con la sezione locale di Italia Nostra ed il patrocinio della Città di Lentini: Un calendario ricco di appuntamenti all'insegna dell'arte, della musica, del teatro, della danza e dei libri.

 

 

_____________________

SCHEDA EDITORIALE

L'opposizione ipotizzata fra tradizioni orali e scritte, che prevale in antropologia, è ingannevole: inprimis perché tende ad annullare l'orale nel contrario dello scritto, e non ne comprende il modo di funzionare specifico; in secondo luogo perché non contempla la possibilità che, tra gli estremi dell'orale puro e dello scritto puro, esistano molte situazioni intermedie. Paradossalmente oggi, nella nostra società così impregnata di immagini, l'oralità è ritornata ad assumere un ruolo centrale proprio per la produzione e la comprensione del codice visivo. Questa «oralità dell'immagine» è connaturata nei nostri comportamenti quotidiani e per questo motivo risulta difficile individuarla e analizzarla. In questa opera Rosario Perricone propone un profondo rinnovamento, tanto dell'«oggetto» fotografia quanto dello sguardo antropologico su di essa. Un volume ricco di fotografie realizzate tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento che ritraggono individui, gruppi o momenti cerimoniali e rispecchiano la «concezione del mondo e della vita» propria di quella società contadina. Ci si rivolgeva al fotografo per certificare i momenti fondamentali della vita, dalla nascita alla morte, affidandogli il compito di suggellare la gioia degli eventi lieti o di colmare lo strazio della lontananza e della separazione. È grazie alla narrazione di questi ricordi, integrati ad altre fonti documentali, che questo corpus di immagini può essere valutato secondo una moderna prospettiva storicoantropologica. È nella loro «storia di vita», nel loro passare da una generazione all'altra, da un certo tipo di rappresentazione di relazioni a un altro, che queste fotografie rivelano in pieno il loro essere un particolare tipo di «oggetto biografico» capace di sollecitare narrazioni attraverso il ricordo dei suoi possessori. Trascorsi gli uomini che ritraggono, le fotografie continuano a rievocarne le storie: l'inevitabile scolorire delle immagini si stempera allora nella vitalità delle voci che ne ripercorrono le vicende.

 

Rosario Perricone insegna Antropologia culturale e Museologia nell’Accademia delle Belle Arti di Palermo. È Presidente dell’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari e Direttore del Museo internazionale delle marionette «Antonio Pasqualino» di Palermo. Ha scritto tra l'altro: Il volto del tempo. La ritrattistica nelle culture popolari (Calamonaci 2000), I ricordi figurati: «foto di famiglia» in Sicilia (Torino 2006), Death and Rebirth: Images of Death in Sicily (Londra 2016).

oralità dellimmagine
di Rosario Perricone
Sellerio Editore Palermo, 2018
ISBN 8838938393
€ 18.00

Event Calendar

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3

On line tickets

Tarfter horizontal

The Museum on Socials

facebooktwittergoogle

adottapupo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.  Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.